Sito istituzionale - Comune Frasso Telesino - BN 

Sulla Gazzetta Ufficiale del 30 settembre 2010, n.229, sono stati pubblicati il D.P.R. 7/9/2010, n.160, che reca la nuova disciplina in materia di sportello unico per le attivita' produttive (SUAP) e il DPR 7/9/2010, n.159, con il quale sono state disciplinate le Agenzie per le imprese. I due regolamenti danno attuazione ai commi 3 e 4 dell'art.38 del D.L. 25 giugno 2008, n.112, rubricato "Impresa in un giorno" e intendono essere funzionali non solo al disegno di semplificazione di assetti procedimentali ed organizzativi, ma anche a quello di promozione e rilancio del sistema produttivo, contribuendo ad alleggerire le fasi connesse alla realizzazione o modificazione dell' attivita' d'impresa. La pubblicazione dei due regolamenti e' una fase importante di un processo complesso che prevede numerosi adempimenti attuativi e complesse attivita' organizzative da parte di una pluralita' di soggetti pubblici e privati, volte a rendere pienamente operative tutte le previsioni della nuova disciplina dal 30 settembre 2011
Con l’attivazione del S.U.A.P. i procedimenti autorizzatori relativi all'esercizio di  attivita' produttiva e/o alla realizzazione di interventi edilizi funzionali allo svolgimento dell'attivita' vanno presentati esclusivamente in modalita' digitale, attraverso lo Sportello "SUAPonline".

COS'E' LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE (SUAP)?

E' la struttura che provvede, attraversol'unificazione dei procedimenti, alla ricezione delle segnalazioni certificate di inizio attivita' ovvero, nei casi necessari, al rilascio di un'unica autorizzazione per l'esercizio di attivita' produttive e/o per la realizzazione di interventi edilizi funzionali allo svolgimento dell'attivita'.

QUAL E' L'AMBITO DI APPLICAZIONE DEL SUAP?

La competenza della struttura riguardaqualsiasi attivita' produttiva, ivi comprese le attivita' manifatturiere, le attivita' agricole, commerciali ed artigiane, le attivita' turistiche ed alberghiere, i servizi resi dalle banche e e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazione.

QUALI SONO I VANTAGGI?

Il cittadino che ha intenzione di avviare un'attivita' soggetta a SCIA o ad autorizzazione ha come solo interlocutore pubblico lo Sportello Unico, che provvede, dopo aver verificato la completezza formale della documentazione, ad acquisire, entro tempi certi e rapidi, gli atti di assenso o le verifiche dagli Uffici Pubblici competenti.
Nel caso di attivita' soggetta ad autorizzazione, il SUAP rilascia al richiedente un titolo finale che tiene luogo di tutti gli adempimenti previsti dall'ordinamento.
Nei casi più complessi, o anche quando uno degli uffici interessati non risponde nei termini, lo Sportello convoca una conferenza di servizi al fine di concludere il procedimento in tempi certi.

A CHI RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI SUL SUAP ON-LINE?

Per chiarimenti, approfondimenti o richiesta di assistenza tecnica rivolgersi al seguente recapito:  Dott. Francesca Cosimo- Responsabile del Servizio – Telefono 0824/973024

A) Singoli utenti/imprenditori/consulenti per problematiche relative all'applicativo informatico, alla procedura di accreditamento, alla firma digitale etc.: e' possibile indirizzare quesiti e/o richieste di chiarimento all'indirizzo mail info@comune.frassotelesino.bn.it e rivolgersi all’Ufficio Commercio del Comune di Frasso Telesino;

B) Singoli utenti/imprenditori/consulenti per problematiche relative agli aspetti giuridici e/o burocratici delle pratiche presentate e' possibile indirizzare quesiti e/o richieste di chiarimento al recapito telefonico 0824/973024 o all’ indirizzo di posta elettronica del Responsabile del Servizio Dott. Francesca - indirizzo email seg@comune.frassotelesino.bn.it;C) Associazioni di categoria/Ordini e Collegi professionali/Agenzie per le Imprese per problematiche relative sia agli aspetti informatici sia agli aspetti giuridico - burocratici: e' possibile indirizzare quesiti e/o richieste agli indirizzi mail info@comune.frassotelesino.bn.it - seg@comune.frassotelesino.bn.it;
oppure  chiamare al seguente recapito telefonico 0824/973024, durante il seguente orario di ricevimento telefonico: dalle 09 alle 12 dei giorni feriali.

QUALE E' IL PERCORSO TELEMATICO ATTIVATO CON IL S.U.A.P?

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attivita' e i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati, esclusivamente in modalita' telematica, al SUAP del Comune di Frasso Telesino.
Il SUAP provvede all'inoltro  della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, le quali adottano modalita' telematiche di ricevimento e di trasmissione.
Il SUAP assicura al richiedente una risposta telematica unica e tempestiva in luogo degli altri uffici comunali e di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento, ivi comprese quelle preposte alla tutela ambientale, paesaggistica, del patrimonio storico-artistico o alla tutela della salute e della pubblica incolumita'.

Gli altri uffici comunali e le altre Amministrazioni pubbliche, interessati al procedimento:

  1. non possono trasmettere al richiedente atti autorizzatori, nulla osta, pareri o atti di consenso o diniego;
  2. sono tenute a trasmettere immediatamente al SUAP tutte le denunce, le domande, gli atti e la documentazione ad esse eventualmente presentati, dandone comunicazione al richiedente.

CHE COSA E' LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA)?

Nei casi in cui le attivita' rientrino nel campo di applicazione del c.d. "procedimento automatizzato" (articolo 5 del DPR n. 160/2010), la disciplina applicabile e' quella concernente la segnalazione certificata di inizio di attivita' (SCIA), da presentare al SUAP.
La pratica sara' conseguentemente sottoposta al vaglio di regolarita' formale dal parte del SUAP. In caso di esito positivo del controllo di regolarita' formale, il richiedente può avviare immediatamente l'attivita'.

QUALE E' IL PROCEDIMENTO AUTORIZZATORIO?

Per i casi che non rientrano nel procedimento automatizzato, le istanze sono presentate al SUAP che, entro trenta giorni dal ricevimento, salvi i termini più brevi previsti dalla disciplina regionale, può richiedere all'interessato la documentazione integrativa; decorso tale termine l'istanza si intende correttamente presentata.
Verificata la completezza della documentazione, il SUAP adotta il provvedimento conclusivo entro i successivi trenta giorni, salvi i termini più brevi previsti dalla normativa regionale, ovvero indice una conferenza di servizi nel caso in cui sia necessario acquisire intese, nulla osta, concerti o assensi di diverse amministrazioni pubbliche in base a quanto previsto dalla legge 241/1990, ovvero dalle altre normative di settore, anche su istanza del soggetto interessato o dell'Agenzia per le Imprese.
La conferenza di servizi e' sempre indetta nel caso in cui i procedimenti necessari per acquisire le intese, nulla osta, concerti o assensi abbiano una durata superiore ai novanta giorni ovvero nei casi previsti dalle discipline regionali.
Scaduto il termine di 60 giorni, ovvero in caso di mancato ricorso alla conferenza di servizi, si applica l'art. 38, comma 3 lett. h) del D.L. n. 112/2008.
In sostanza, l'Amministrazione procedente conclude in ogni caso il procedimento prescindendo dal rilascio dei pareri/atti di assenso che non sono stati emanati; in tal caso, salvo il caso di omessa richiesta dell'avviso, il responsabile del procedimento non può essere chiamato a rispondere degli eventuali danni derivanti dalla mancata emissione dei pareri medesimi.

QUANDO E' ENTRATO IN VIGORE IL S.U.A.P.?

La maggior parte delle disposizioni del regolamento, ed in particolare quelle riferite alle attivita' soggette alla SCIA, sono entrate in vigore a decorrere dallo scorso 29 marzo, mentre la parte riferita al procedimento unico di autorizzazione per le altre attivita' e' entrata in vigore dal 1 ottobre 2011.

QUALI SONO LE ATTIVITA’ ESCLUSE DA S.U.A.P.?

Sono esclusi dall'ambito di applicazione del regolamento:

  1. gli impianti e le infrastrutture energetiche;
  2. le attivita' connesse all'impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti e di materie radioattive;
  3. gli impianti nucleari e di smaltimento di rifiuti radioattivi;
  4. le attivita' di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi;
  5. le infrastrutture strategiche e gli insediamenti produttivi di cui agli artt. 161 e ss. (Capo IV) del d.lgs. n. 163/2006.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA?

L'istanza telematica al SUAP può essere presentata da uno dei seguenti soggetti:Cittadino-impreditore
e' la persona che ha un interesse diretto alla presentazione dell'istanza.Delegato
e' il professionista (commercialista, avvocato, ingegnere, geometra, ...) a cui l’interessato tramite apposita delega, decide di affidarsi per la redazione e la presentazione della domanda. Il delegato informera' puntualmente l'interessato circa lo stato della pratica ed eventuali comunicazioni che potessero giungere dagli uffici comunali.Agenzia per le Imprese
Sono soggetti privati (associazioni di categoria, ordini e albi professionali, patronati …) accreditati ai sensi dell'articolo 38, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008.
Svolgono funzioni di natura istruttoria e di asseverazione nei procedimenti amministrativi.
L'interessato, tramite apposita procura, può incaricare l'Agenzia di seguire per suo conto tutte le fasi della pratica, dalla presentazione sino alla conclusione del procedimento.

COSA SERVE PER IL COLLEGAMENTO AL S.U.A.P.?

✔ una postazione di lavoro con collegamento ad Internet
✔ un browser a scelta tra Internet Explorer v7.0 e succ. (consigliato), Mozilla Firefox v3.0 e succ., Google Chrome
✔ le credenziali di accesso ai Servizi On Line del Sito Istituzionale
✔ un indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.), per attestare l'invio e la ricezione dei documenti
✔ un kit per apporre la firma digitale sui documenti informatici, al fine di garantirne l'efficacia legale

 

MANUALE D’USO DEL S.U.A.P.

Azioni preliminari

Al fine di una corretta e completa compilazione della domanda, potrebbe essere utile verificare preventivamente tutti gli adempimenti e le informazioni necessarie alla presentazione dell'istanza.
Nel sito istituzionale del Comune di Frasso Telesino e' stata predisposta un'area ad accesso al pubblico “S.U.A.P. –modelli” nella quale e' possibile prendere visione di tutta la modulistica riguardante le pratiche da presentare allo Sportello Unico delle Attivita' Produttive.1. Collegarsi al sito del Comune di Frasso Telesino (www.comune.frassotelesino.bn.it);
2. Raggiungere la sezione dedicata al SUAP- online;
3. Verificare che la propria attivita' rientri nell'ambito di applicazione del SUAP;
4. Prendere visione della documentazione in formato PDF o word;
5. Predisporre l'eventuale documentazione integrativa richiesta (es: fotocopia del documenti di riconoscimento, delega, procura, copia del titolo abilitante,...).
Dal momento che la procedura prevede di allegare tale documentazione all'atto della presentazione dell'istanza, può essere utile acquisirla preventivamente in forma digitale: i formati ammessi sono PDF e PDF/A.
e' opportuno ricordare che la presentazione delle Comunicazioni, delle Segnalazioni Certificate (SCIA) e dei Procedimenti Autorizzatori deve avvenire esclusivamente in forma telematica, tramite la procedura prevista; pertanto la documentazione disponibile nella sezione del sito istituzionale sopra indicata può essere visualizzata, salvata e stampata solo a fini informativi, e non può essere utilizzata per inoltrare istanze e comunicazioni né al Comune né ad altri Enti.

Accreditamento e/o modifica indirizzo Pec

Se e' la prima volta che l’utente accede ai servizi dell'area riservata SUAP, il sistema chiede di
fornire l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) da utilizzare per la ricezione delle comunicazioni provenienti dal Comune di Frasso Telesino.
Quindi il sistema procedera' ad una verifica automatica dell'account di PEC dichiarato: solo a
verifica avvenuta sara' possibile utilizzare l’applicazione “SUAP on line”.
La procedura di verifica PEC consiste nell'invio, all’indirizzo indicato, di un'email a cui l'utente
dovra' rispondere senza modificarne l'oggetto ed il contenuto .
La mail di “verifica PEC” e' così strutturata:
Se alla PEC del SUAP non perviene la risposta all'email di “verifica PEC”, all'utente che tenta di
accedere ai servizi dell'area riservata SUAP gli si presentera' il seguente messaggio :
Per attivare i servizi on-line del SUAP devi rispondere alla mail che e' stata inviata alla casella di Posta Elettronica Certificata.Firmare la pratica
Quando tutti i moduli sono stati compilati e tutti i documenti richiesti sono stati inseriti, se la pratica che si sta trattando non prevede l'inoltro contestuale alla Comunicazione Unica, compare il pulsante “Presenta pratica”.
Se invece la pratica deve essere inoltrata contestualmente alla Comunicazione Unica in luogo del pulsante  “Presenta pratica” comparira' il pulsante “Scarica pratica”.
Cliccando sui pulsanti “Presenta Pratica” o “Scarica pratica” si avvia l'applet per la firma digitale sia dei modelli compilati che degli allegati caricati.
Quando si visualizza l'applet, inserire il pin del proprio dispositivo di firma digitale.
Comparira' la seguente maschera in cui scorreranno i file che, in automatico, il sistema provvedera' a firmare digitalmente, trasformandoli così in file con estensione “.p7m”
Nel caso in cui non fosse presente nessun dispositivo di firma digitale o se l'apposizione della firma non andasse a buon fine, il sistema permettera' il caricamento di tutti i documenti firmati off-line. Questa possibilita' e' indicata dalla presenza del pulsante “Firma Offline” nella
maschera per la firma digitale. Cliccando sul pulsante comparira' una nuova finestra con l'elenco di tutti i file da firmare.
Cliccando sulla freccia verde, verra' scaricato il documento da firmare; cliccando la freccia rossa sara' data la possibilita' di caricare a sistema il file gia' firmato digitalmente.
Una volta apposto la firma digitale o aver caricato tutti i file gia' firmati, la pratica viene automaticamente inoltrata allo Sportello Unico del Comune di Frasso Telesino, ed il sistema invia una mail all'indirizzo PEC dell'utente.


Pratica contestuale alla Comunicazione Unica

Se e' previsto l'inoltro contestuale al Registro delle Imprese, il sistema, al termine della procedura di firma, permettera' il download di una cartella compressa (.zip).
I file contenuti in questa cartella dovranno essere successivamente estratti ed allegati singolarmente nell'apposita sezione dell’applicativo della Camera di Commercio: ComUnica.
N.B. Si consiglia di scaricare in locale la cartella compressa per poter prelevare
successivamente i singoli file

Accesso a ComUnica

La nuova legge prevede che le SCIA/DIA, contestuali alla Comunicazione Unica, siano presentate alla Camera di Commercio di competenza territoriale e trasmesse via telematica direttamente allo Sportello Unico.
Se quindi l’istanza da presentare e' di questo tipo, i file scaricati seguendo la procedura illustrata nel paragrafo precedente devono essere allegati utilizzando i servizi attivati nel portale di Infocamere all'indirizzo http://starweb.infocamere.it. Per accedere a tali servizi e' necessario sottoscrivere un contratto gratuito con la Camera di Commercio ed ottenere le credenziali di accesso.
Le modalita' di attivazione sono reperibili nella guida scaricabile all'indirizzo http://starweb.infocamere.it/starweb/docPubblici/GUIDA_STARWEB.PDF
In Comunica Starweb, nella pagina web di dettaglio pratica “in corso” e' presente la funzione
specifica: Definisci Pratica.
Per definire la pratica SUAP da allegare alla comunicazione unica, indicando lo sportello SUAP destinatario e allegando i file che costituiscono la specifica modulistica elettronica.
L'utente deve prima indicare l’ufficio SUAP destinatario: la lista proposta corrisponde agli uffici
SUAP dei Comuni che hanno aderito all'iniziativa nella provincia di destinazione della pratica di
Comunicazione Unica.
A questo punto deve indicare e fare l’upload obbligatoriamente dei file generati dalla procedura
SUAP on Line del Comune di Frasso Telesino e cioe':• il file Modello Unico firmato digitalmente;
• allegare, se presente, il file XML del Modello Unico
• e gli ulteriori allegati firmati digitalmente

Integrazione di una pratica

Nel corso del normale iter di lavorazione della pratica da parte degli uffici del Comune, e' possibile che venga richiesto l'invio di ulteriore documentazione. In questo caso, le pratiche SCIA e Procedimenti Autorizzatori si differenziano.
In particolare per entrambe le tipologie di istanze esistono i seguenti tipi di integrazione, a seconda del punto di lavorazione in cui si trova la pratica:

Integrazione preliminare: si verifica quando, ad esempio, l’utente ha trasmesso come allegato una scansione digitale poco leggibile. Il Responsabile del Procedimento (RdP) provvede a inviare “Richiesta di Integrazione Preliminare” a cui il richiedente e' tenuto a rispondere, pena l'irricevibilita' della richiesta.

Integrazione: a seguito dell’attivazione dei vari endoprocedimenti e del coinvolgimento degli Uffici che concorrono alla definizione del parere, può determinarsi la necessita' di richiedere una integrazione della documentazione presentata.
Il RdP provvede a raccogliere le varie richieste di integrazione pervenute dagli Uffici ed a inviare una “Richiesta di integrazione” al richiedente.
Solo per i Procedimenti Autorizzatori sono previsti le seguenti integrazioni:

Adempimenti: gli adempimenti costituiscono attivita' necessarie a cui l’utente e' tenuto ad ottemperare ai fini del rilascio dell’autorizzazione. All’utente sara' inoltrata la ricevuta di avvenuto invio, con indicazione del relativo numero di protocollo.
In tutti i casi appena citati, il richiedente sara' avvisato della richiesta di integrazione tramite
un messaggio alla casella di PEC indicata all'atto della registrazione. Per poter rispondere correttamente alla richiesta di integrazione, NON bisogna inviare i documenti richiesti tramite
PEC ma esclusivamente tramite l'applicativo on-line.

La PEC non viene accreditata al SUAP

Accade talvolta che il processo di verifica della PEC non vada a buon fine: questo può accadere per vari motivi. Quindi prima di inviarci una segnalazione a riguardo, effettuare i seguenti controlli:
• accertarsi che l'indirizzo immesso sia realmente un indirizzo di PEC. L'elenco dei gestori abilitati al rilascio di caselle PEC e' pubblicato al seguente indirizzo:
http://www.digitpa.gov.it/pec_elenco_gestori;
• rispondere alla mail di “verifica PEC” senza cambiare l'oggetto del messaggio;
• non rispondere alla mail di “verifica PEC” utilizzando software come Outlook o Thunderbird, ma collegarsi tramite web al sito del proprio gestore di PEC;
• accertarsi di NON rispondere alla mail di “verifica PEC” da un altro indirizzo posta elettronica ordinaria (non PEC) al quale eventualmente, per comodita', si e' deciso di inoltrare i messaggi PEC;
• accertarsi che il testo della mail originale non sia inserito come allegato nella mail di risposta ma come contenuto del messaggio. In caso contrario cambiare le impostazioni del proprio web-client di PEC;
• in alcuni casi si e' riscontrato che il testo della mail originale non viene incluso nel messaggio di risposta: in questo caso cambiare le impostazioni del proprio web-client di PEC;
• l'inclusione della firma alla fine del messaggio potrebbe causare problemi nell'accreditamento: cancellare il testo della firma.