Libretto di Lavoro

E' un documento per l'avviamento al lavoro di soggetti residenti o dimoranti nel Comune, italiani o appartenenti alla CEE.
Per gli extracomunitari il rilascio è a cura dell'Ispettorato del Lavoro di XXXXXXXXXX.
Contiene i dati riguardanti la vita lavorativa del dipendente: l'assunzione, il servizio, la cessazione.
Va esibito all'atto dell'iscrizione all'Ufficio di Collocamento per le debite registrazioni.
Al momento dell'assunzione il datore di lavoro prende in consegna il libretto e lo restituisce al lavoratore alla cessazione del rapporto di lavoro dipendente.

Requisiti:
Aver compiuto 15 anni e aver conseguito la licenza media inferiore oppure aver compiuto 15 anni e aver frequentato per 9 anni la scuola dell'obbligo.

Documentazione da presentare:
L'interessato deve recarsi all'Ufficio Anagrafe con un valido documento di riconoscimento per la firma del libretto di lavoro, dopo che questo è stato compilato dall'addetto allo sportello. Dovrà quindi recarsi , presso la sede della ASL ad effettuare la visita medica.
Dopo che il medico visitante ha riscontrato l'idoneità del richiedente, il libretto va riportato allo sportello dell'Anagrafe, ove verrà trattenuto alcuni giorni per l'operazione di registrazione.
Trascorso il periodo indicato dall'addetto incaricato, il libretto è pronto per essere ritirato definitivamente.
Per ottenere l'iscrizione alle liste di collocamento, il cittadino interessato deve recarsi, con il libretto di Lavoro, all' UFFICIO DI COLLOCAMENTO.