DICHIARAZIONE ASSEVERATA


Compilate il modulo selezionando le opzioni da dichiarare, premete il pulsante e stampate il certificato (1)



Nome:          Cognome:   
UBICAZIONE STUDIO TECNICO
Città:          Prov.   
Indirizzo    
Iscrizine all'Albo/Ordine di:   numero 

Incaricato dalla ditta:       

ASSEVERA
(Barrare le opzioni da dichiarare)


1) CHE LE OPERE SOPRA INDICATE, SONO CONFORMI:

 al P.R.G. vigente approvato con D.P.G. Regione Marche n. 4010VP/URP del 27/09/1993, pubblicato sul B.U.R. n. 82 del 25/11/1993;

 al seguente piano urbanistico attuativo

 al "Regolamento Edilizio Tipo" cui al D.P.G.R.M. n. 23 del 14/09/1989, modificato dal D.P.G.R.M. n. 23 del 14/11/1989, a tutt'oggi equivalente al Regolamento Edilizio Comunale;

 alle norme di sicurezza ed a quelle igienico sanitarie.


2) L'INTERVENTO COMPORTA:

 l'installazione

 la trasformazine dei seguenti impianti tecnologici:

      Elettrico   Termico   Idrosanitario   Altro  

e che pertanto ai fini del disposto dell'art. 6 della Legge 46/90 (norme sulla sicurezza degli impianti) e D.P.R. 447/91 (Regolamento di attuazione della legga 46/90;

 e' obbligatoria la redazione del progetto degli impianti;

 non obbligatoria la redazione del progetto degli impianti.

3) AI FINI DEL DISPOSTO DELL'ART. 29 DELLA LEGGE 10/91 (Risparmio Energetico)

sarà depositato il calcolo delle dipsersioni ed il progetto di contenimento dei consumi, con necessarie verifiche di legge, prima dell'inizio dei lavori stabiliti dall'art. 4 comma 11 L. 493/93 così come modificato dalla Legge n° 662/96;

4) AI FINI DELL'ART. 17 DELLA LEGGE N. 64 DEL 02/02/1974 (ZONE SISMICHE) E ART. 2 DELLA LEGGE REGIONALE N° 88/1982:

 non occorre denuncia all'Ufficio Decentrato OO.PP.;

 occorre denuncia all'Ufficio Decentrato OO.PP..

5) AI FINI DELLA LEGGE N° 1086/71 E DELLA LEGGE REGIONALE N° 88/1982:

 occorre il rilascio, da parte dell'Ufficio Decentrato OO.PP. dell'attestazione di avvenuto deposito del certificato di collaudo delle strutture di cemento armato e con struttura metallica;

 non occorre certificato di collaudo delle strutture.

6) ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

 è soggetto alle norme di cui alla Legge n. 13/89 e del relativo regolamento di attuazione D.M. 236/89 e permette di conseguire:

      accessibilità   visibilità    adattabilità;

come da schemi dimostrativi allegati alla pratica.

 non è soggetto alle norme di cui alla Legge n° 13/89.

7) IN CONFORMITA' ALLE VIGENTI NORME E DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA ANTICENDIO:

 non occorre l'esame ed il parere preventivo dei Vigili del Fuoco;

 si allega il nulla osta del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco;

8) PER QUANTO ATTIENE GLI ASPETTI DI NORMA VINCOLISTICA RISULTA ALLEGATO PARERE N° DEL DI CUI AI SOTTOSTANTI VINCOLI:

 Storico (Legge 1039/39)  Paesaggistico (Legge 1497/39)
 Galasso (Legge 431/85)  Aree protette (L.R. 52/1982)
 Cimiteriale  Forestale
 Idrogeologico (R.D.3267/23)  Elettrodotto - Metanodotto
 Sismico (Legge 64/1974)  P.P.A.R.
 Zona urbanistica  Non ricade nelle disposizioni previste dall'art. 4 - comma 8 - lett. A) e B) L. 493/93 integrato dalla Legge 662/96


9) L'IMMOBILE OGGETTO DI INTERVENTO:

 è oggetto di sanatoria edilizia Legge 47/85 o Legge 724/94 depositata in data prot. n. ;

 non è oggetto di sanatoria edilizia.

10) L'INTERVENTO DELLA D.I.A. VIENE REALIZZATO FATTI SALVI E IMPREGIUDICATI I DIRITTI DI TERZI

Note:





ASSEVERA INOLTRE CHE


A) l'immobile/gli immobili interassato/i (come da analisi vincolistica effettuata al punto 9 della relazione) non è/sono assoggettato/i alle disposizioni di cui alle Leggi 01/06/1939 n. 1089 e 29/06/1939 n. 1497 e Legge 06/12/1991 n. 394, ovvero a disposizioni immediatamente operative dei piani aventi valenza di cui all'art. 1-bis del D.L. 27/06/1985 n. 312, convertito, con modificazioni, dalla Legge 08/08/1985 n. 431 o dalla Legge 18/05/1989 n. 183; non sono comunque assoggettati dagli strumenti urbanistici a discipline espressamente volte alla tutela delle loro caratteritiche paesaggistiche, ambientali, storico-archeologiche, storico-artistiche, storico-architettoniche e storico-testimoniali;

B) l'immobile/gli immobili interessato/i è/sono oggetto di prescrizioni di vigenti strumenti di pianificazione, nonché di programmazione, immediatamente operative e le trasformazioni progettate non sono in contrasto con strumenti adottati;

C) i lavori avranno inizio dopo il ventesimo giorno dalla data di presentazione della presente istanza e ne verrà comunicata l'esatta data con successiva dalla data di presentazione della presente istanza e ne verrà comunicata l'esatta data con successiva nota;

D) i lavori saranno terminati entro tre anni dalla data di presentazione della richiesta e ne verrà data apposita comunicazione;

E) prende atto che l'esecuzione delle opere previste nella presente D.I.A. è subordinato alla medesima disciplina definita dalle norme nazionali, regionali vigenti per le corrispondenti opere soggette al rilascio di concessione edilizia ai sensi della Legge 28/01/1977 n. 10;

F) i lavori saranno eseguiti dalla Ditta: con sede a Via Cod.Fisc./P.IVA o da altra Ditta da nominare, le cui generalità verranno comunicate contestualmente alla dichiarazione di cui al precedente punto c);

Il sottoscritto tecnico progettista incaricato, si impegna ad emettere un certificato di collaudo finale che attesti la conformità dell'opera eseguita al progetto presentato. Il sottoscritto tecnico progettista incaricato, ai sensi dell'art. 9 comma 11, assume la qualità di persona esercente un servizio di pubblica utilità ai sensi degli articoli 359 e 481 del codice penale; è consapevole pertanto che in caso di dichiarazione non veritiera nella presente relazione, l'Ufficio Urbanistica del Comune di ne darà comunicazione al competente Albo/Ordine professionale per l'irrogazione delle sanzioni disciplinari.


(1) Attenzione! Prima di stampare il certificato disattivare l'intestazione ed il piè di pagina dal Menu File - Impostazione Pagina (Page Setup).